Gattò di patate

Il gattò di patate è uno di quei classici piatti di cui ognuno ha la sua ricetta, che fa storcere il naso agli altri, ovviamente. La ricetta originale prevede salame napoletano, provola affumicata e uova sode, miste alle patate schiacciate.
Io vi presento una rielaborazione nella quale la purea di patate fa solamente da base al ripieno: potete dare libero sfogo alla fantasia e utilizzare gli ingredienti che più vi piacciono.
Unico accorgimento: evitare alimenti troppo acquosi, che renderebbero molle il risultato finale.

Ingredienti

Per 8 persone
  • patate (1.5Kg)
  • uova (9)
  • latte (200ml)
  • burro (100gr)
  • parmigiano (150gr)
  • prosciutto cotto (100gr)
  • pancetta arrotolata (100gr)
  • mortadella (100gr)
  • Auricchio piccante (100gr)
  • emmentaler (100gr)
  • provola dolce (100gr)
  • broccoletti al vapore (100gr)
  • prezzemolo (q.b.)
  • sale (q.b.)
  • noce moscata (q.b.)
  • pan grattato (q.b.)
Lessare le patate con la buccia per 45 minuti, spellarle e schiacciarle ancora calde. Aggiungere il burro a pezzetti e mescolare fino al completo assorbimento. Aggiungere il sale, il parmigiano, 4 uova, il latte, prezzemolo tritato e noce moscata. Imburrare uno stampo a cerniera (24cm) e cospargere di pan grattato.
Versare uno strato di patate sul fondo e coprire con il prosciutto cotto, l'emmentaler e fettine di uova sode.
Ricoprire con un altro strato di patate e aggiungere la pancetta, le fettine di auricchio, i broccoletti (frullati con un po' di latte) e fettine di uova sode.
Fare un altro strato di patate e aggiungere la mortadella, la provola tagliata a fette e le uova sode. Terminare con uno strato di patate e cospargere abbondantemente di pangrattato.
Infornare a 190° per 40 minuti e lasciar raffreddare prima di rimuovere la cerniera.
È ottimo tiepido o riscaldato il giorno dopo.