Spaghetti al sugo di ''purpetiell' affugat''

I purpetiell' affugat', detto alla napoletana, sono un piatto tipico della cucina Campana, che andrebbe cotto in un tegame di coccio sigillato, utilizzando pomodori freschi.
In questa versione ho utilizzato i pelati in modo da ottenere un sughetto per condire gli spaghetti.

Ingredienti

Per 2 persone
  • spaghetti di Gragnano (200gr)
  • polipetti (500gr)
  • pelati S. Marzano (400gr)
  • aglio (1 spicchio)
  • peperoncino fresco (1)
  • prezzemolo (1 mazzetto)
  • olio e.v.o. (q.b.)
Far soffriggere in 2 cucchiai di olio evo l'aglio, il peperoncino e un cucchiaio di prezzemolo.
Piccolo trucco: infilzare aglio e peperoncino con uno stuzzicadenti, in modo da facilitarne l'eliminazione a cottura ultimata.
Aggiungere i polipetti puliti (bisogna svuotare la testa ed eliminare occhi e "becco") e lasciarli cuocere un paio di minuti.
Aggiungere poco sale, in quanto i polipetti rilasceranno il proprio succo già saporito.
Aggiungere i pelati e abbassare la fiamma al minimo.
La ricetta originale prevede i pomodori freschi, in modo da ottenere un sugo più cremoso, ma per condire la pasta è preferibile utilizzare i pelati.
Appoggiare un foglio di carta da forno, coprire con il coperchio e ritagliare la carta in eccesso.
In questo modo tutti gli aromi resteranno all'interno. Lasciar cuocere per almeno un'ora, a seconda della grandezza dei polipetti.
Dopo circa un'ora togliere la carta da forno e proseguire la cottura fino ad ottenere la consistenza desiderata.
Scolare gli spaghetti al dente e proseguire la cottura nel sugo.
Servire con i polipetti e una manciata di prezzemolo tritato.